Teatro

Nato in Svizzera il 21 aprile 1980, si trasferisce in Italia all’età di 14 anni.
Dopo aver conseguito la Maturità si iscrive al Corso di laurea in Conservazione dei Beni Antropologici all’Università degli Studi di Perugia, dove consegue la laurea nel 2006. Successivamente compie, per conto di una Organizzazione non Governativa italiana, due missioni di ricerca etnografica in Etiopia nell’ambito di un progetto di sviluppo.
Ritornato in Italia, a Roma lavora presso l’INMP (Istituto per la Prevenzione delle Malattie del Migrante) del San Gallicano di Trastevere nell’equipe di raccolta e documentazione delle testimonianze dei richiedenti asilo e delle vittime di tortura.
Parallelamente, si iscrive ad una Scuola di Arti Drammatiche e Performative dove ottiene il diploma nel 2010, frequentando corsi di recitazione, canto, mimo, e legandosi nel frattempo ad alcune compagnie teatrali, mettendo in scena una serie di spettacoli teatrali e maturando esperienza in tale ambito. Segue numerosi seminari per perfezionare l’arte della recitazione e del movimento scenico con Haruhiko Yamanouchi, Nube Sandoval e Bernardo Rey, Serena De Simone, Giovanni Maria Buzzatti, solo per citarne alcuni.
Nel 2012 si diploma come Operatore del teatro Sociale e Civile e riprende l’attività in ambito sociale legandola alla sfera teatrale, partecipando alla conduzione di un laboratorio rivolto ai rifugiati politici vittime di tortura promosso dal CIR (Consiglio Italiano per i Rifugiati), portando in scena due spettacoli: “Exodus” al Teatro Quirino e “Mare monstrum” alle Terme di Caracalla.
Successivamente inizia, prima e autonomamente, l’attività di conduzione di laboratori rivolti a disabili psichici che gli permette di sviluppare la teoria appresa e di elaborare nuove forme personali di approccio laboratoriale; e poi, collaborando con una associazione, nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie.
Contemporaneamente, si perfeziona nell’arte del doppiaggio presso la Sound Art con il maestro Dante Biagioni e il Magma Lab di Teo Bellia, e compie le prime esperienze cinematografiche e televisive sia come attore di puntata che in ruoli ricorrenti e fissi. Tra le più significative esperienze: Don Matteo 10 e 11, Che Dio ci aiuti 4, Un passo dal cielo 4, Un medico in famiglia 10, Non dirlo al mio capo, Per amore di mia figlia.
In ambito teatrale lavora come attore anche in opere di risonanza nazionale come “I Sette Re di Roma” con la regia Enzo Garinei per la “Giovane compagnia del Teatro Sistina”, “Terroni” diretto da Roberto D’Alessandro e messo in scena al Teatro Quirino di Roma, e ”33”, vincitore del premio della critica al Fringe Festival di Roma nel 2015 e al Milano Off Festival nel 2016, per la regia di Gianni Licata.
Attualmente, continuando ad esercitare  la propria carriera artistica, lavora nelle scuole materne ed elementari conducendo laboratori teatrali e musicali. Collabora come operatore con la “Fondazione Tito Gobbi” promuovendo l’opera lirica nelle scuole attraverso dei workshop finalizzati alla messa in scena di note opere. E’ membro di due compagnie teatrali (“Theatrika” di Roma e “Tetraedro” di Viterbo) con cui ciclicamente propone nuovi spettacoli teatrali in tutta Italia. Si dedica alla scrittura di testi teatrali ed è fondatore, cantante e attore del gruppo musicale “Filuccio & Fattacci” con cui ripropone, anche all’estero, canzoni e macchiette tratte dal repertorio Otto-Novecentesco romano e napoletano.
Svizzero di nascita, lucano di origine e appartenenza, romano di adozione. Ricercatore sociale, operatore e conduttore di laboratori, doppiatore, attore, cantante e musicista.